Editoria e coronavirus. Martella: “Credito d’imposta a beneficio dei settimanali cattolici”
Editoria e coronavirus. Martella: “Credito d’imposta a beneficio dei settimanali cattolici”

Condividi:

“In questa situazione di emergenza, gli organi di informazione cattolica, che hanno sempre avuto una particolare sensibilità per le fragilità, stanno avendo un ruolo molto importante e penso che lo avranno anche quando l’emergenza sarà finita. Dietro ai numeri, ci sono vite, sofferenze e affetti. Quindi, si evidenzia la necessità di un linguaggio di attenzione e di prossimità”. Lo dice al Sir il sottosegretario all’Editoria, Andrea Martella, parlando della funzione dell’informazione in questo tempo in cui il Paese è colpito dalla pandemia di coronavirus. E sulle prospettive per il settore, appena l’emergenza sarà terminata. “La scoperta della nostra fragilità ci sfida a un nuovo modello di sviluppo ma anche a un modo di comunicazione diverso – evidenzia -. Penso servirà un grande sforzo culturale. Emergono tanti esempi di solidarietà e raccontarli fa bene perché danno speranza”. Nelle parole di Martella, anche la consapevolezza che “l’informazione cattolica si caratterizza per una vasta cultura di sensibilizzazione sulle realtà spesso invisibili come quelle di anziani, disabili, immigrati e detenuti”. “Questa sensibilità costituirà un elemento fondamentale per la ricostruzione nel ‘dopovirus’”.

Continua a leggere

Argomenti: Comunicazione
Tag: Coronavirus editoria settimanali cattolici
Fonte: SIR