Siria, papa Francesco: “Prego per i fratelli di Idlib, non dimentichiamoli”
Siria, papa Francesco: “Prego per i fratelli di Idlib, non dimentichiamoli”

Condividi:

Per la prima volta l’Angelus viene recitato in diretta streaming per la necessaria prudenza a causa dell’emergenza coronavirus. Papa Francesco si è scusato per apparire “ingabbiato” nella biblioteca del Palazzo Apostolico Vaticano e ha lodato l’impegno di chi sta lottando strenuamente contro il dilagare del coronavirus.

Un saluto particolare del Papa è andato ai promotori e ai partecipanti dell’iniziativa “Per i dimenticati di Idlib”, la città ancora coinvolta nella guerra nel nord della Siria. “Saluto le Associazioni e i gruppi che si impegnano in solidarietà con il popolo siriano e specialmente con gli abitanti del nord-ovest della Siria, costretti a fuggire dai recenti sviluppi della guerra. Rinnovo la mia grande apprensione per la situazione disumana di queste persone inermi, tra cui tanti bambini, che stanno rischiando la vita. Non si deve distogliere lo sguardo di fronte a questa crisi umanitaria, ma darle priorità rispetto ad ogni altro interesse”.

Continua a leggere

Argomenti: Santa Sede
Tag: Angelus Coronavirus Papa Francesco Siria
Fonte: Avvenire