Rubattino: la nave quarantena in cui nessuno, a bordo, è positivo al virus
Rubattino: la nave quarantena in cui nessuno, a bordo, è positivo al virus

Condividi:

Doveva essere il lazzaretto galleggiante in cui deportare gli untori dalla pelle scura. Quei migranti salvati in mare dalle navi umanitarie e bloccati al largo da un provvedimento interministeriale che chiude i porti a causa della pandemia, ma che non risulta ancora pubblicato in gazzetta ufficiale.
La Rubattino, ormeggiata in rada a Palermo, è l’unica nave quarantena conosciuta da questa parte del mondo. Doveva tenere alla larga quelli che talvolta vengono descritti come bombe batteriologiche in carne e ossa. Invece, ha finito per essere uno dei luoghi più sicuri al mondo, sanitariamente parlando. Nessuno tra i 222 migranti, gli operatori della Croce Rossa e l’equipaggio della Tirrenia ha contratto il Covid. La riprova che non c’era ragione per assecondare paure irrazionali escogitando una costosa quarantena in rada che fa storcere il naso a molti giuristi.

Continua a leggere

Argomenti: Migranti
Tag: migranti quarantena
Fonte: Avvenire