Coronavirus e terremoto. La doppia Via crucis di Amatrice: parla mons. Pompili
Coronavirus e terremoto. La doppia Via crucis di Amatrice: parla mons. Pompili

Condividi:

Il 6 aprile del 2009 un violento terremoto sconvolse il territorio de L’Aquila, 309 morti, 16mila i feriti. Ad Amatrice, dove il sisma ha ucciso 299 persone ad agosto del 2016, il vescovo di Rieti vivrà e proporrà la Via Crucis in un territorio doppiamente ferito dalla violenza delle scosse e dallo stallo imposto dalle misure del contenimento del contagio. A parlarne ai microfoni di Ecclesia, nell’ultima parte del programma, lo stesso monsignor Domenico Pompili.

Continua a leggere

Argomenti: Chiesa in Italia
Tag: #Terremoto Amatrice Coronavirus Domenico Pompili Via Crucis
Fonte: Radio InBlu