Regolarizzazioni e sfruttamento dei braccianti: la parola al Parlamento
Regolarizzazioni e sfruttamento dei braccianti: la parola al Parlamento

Condividi:

Inizierà il prossimo 26 maggio la discussione parlamentare sul decreto che contiene anche la norma sulla regolarizzazione degli immigrati extracomunitari che lavorano nel nostro Paese nel settore agricolo e in quello domestico (colf e badanti). Il provvedimento potrebbe essere un’occasione per affrontare la piaga degli impieghi in agricoltura sottopagati e sfruttati dal caporalato che lucra su chi ha bisogno di lavorare ad ogni costo. Ma le norme sulla sola regolarizzazione con permessi temporanei di soggiorno – anche se bisognerà attendere il testo definitivo – non è sufficiente per modificare alcuni aspetti distorsivi che però negli ultimi anni sono diventati strutturali per il funzionamento dell’intero comparto, come la scarsa remunerazione dei braccianti. Oltre ad essere una sorta di regolarizzazione delle braccia decontestualizzata dall’emergenza sanitaria. Focus con Stefano Liberti, giornalista e autore di ‘Soyalism’, ‘Il grande carrello’ e ‘I signori del cibo’. È il tema della puntata di Buona la prima, condotto da Federica Margaritora, in onda dal lunedì al venerdì alle 18.13. Il programma, che approfondisce le notizie del giorno, apre con i desk dei principali quotidiani nazionali e locali: oggi
la prima pagina di Leggo con il direttore, Davide Desario, e i titoli di Tg2000, edizioni delle 18.30 e delle 20.30 con Giampiero Spirito, del desk centrale.

Continua a leggere

Argomenti: Lavoro
Tag: caporalato Coronavirus lavoro nero sfruttamento
Fonte: Radio InBlu