Coronavirus in Brasile. A Manaus 140 sepolture al giorno
Coronavirus in Brasile. A Manaus 140 sepolture al giorno

Condividi:

La precisazione è arrivata mercoledì scorso dalle autorità locali di Manaus: fosse comuni sì, ma non casse accatastate, disposte in tre strati, come era accaduto il giorno prima, causando la veemente protesta dei familiari. Una notizia che dà l’idea della situazione nella metropoli capitale dello Stato brasiliano dell’Amazonas, e porta d’ingresso della grande foresta. Se in Brasile il coronavirus galoppa, al ritmo ormai di 7mila contagi e 500 morti al giorno, secondo i dati ufficiali,Manaus è oggi il caso maggiormente “fuori controllo” del Paese,oltre che la conferma di quanto le cifre ufficiali (oltre 5.700 contagi e circa 500 morti nello Stato amazzonico per Covid-19 al 1° maggio) sottostimino la realtà. Infatti, da una settimana ormai le inumazioni, che vengono effettuate anche di notte, sono circa 140 al giorno. E uno studio della rivista Epoca sul confronto dei decessi con lo scorso anno evidenzia che negli ultime settimane, solo a Manaus, c’è stato un aumento di 750 morti rispetto allo scorso anno. E ora il rischio è che il contagio si diffonda in modo massiccio anche nella foresta e nelle riserve indigene.

In uno scenario così tragico, stride l’atteggiamento del presidente della Repubblica Jair Bolsonaro, le cui ultime dichiarazioni sono state: “E allora? Mi dispiace. Che volete che faccia? Mi chiamo messia ma non faccio miracoli”.
Stride, soprattutto, in confronto alla mobilitazione e alla responsabilità della Chiesa, alla quale, in questa intervista per il Sir, dà voce l’arcivescovo di Manaus, dom Leonardo Steiner, francescano minore, da pochi mesi alla guida dell’arcidiocesi, dopo essere stato per otto anni segretario generale della Conferenza nazionale dei vescovi del Brasile. Dom Steiner sta in questi giorni telefonando, a uno a uno, a tutti i sacerdoti, e sabato scorso ha ricevuto la chiamata di Papa Francesco e il 1° maggio si è recato egli stesso in cimitero, a benedire le salme, chiedendo ai sacerdoti di fare altrettanto nei prossimi giorni.

Continua a leggere

Argomenti: Chiesa nel mondo
Tag: Brasile Coronavirus
Fonte: SIR