Coronavirus. Ecco le prime quattro paritarie costrette a chiudere
Coronavirus. Ecco le prime quattro paritarie costrette a chiudere

Condividi:

«Le scuole paritarie non sono un accessorio ». L’importanza degli istituti non statali «in un sistema educativo integrato », è stata sottolineata anche ieri alla Camera da Patrizio Bianchi, coordinatore del Comitato di esperti voluto dalla ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, per preparare la ripresa di settembre. Che, però, potrebbe non vedere ai blocchi di partenza tante scuole paritarie, tra le principali vittime del lockdown imposto dall’emergenza coronavirus. Dai nidi alle materne, dalla primaria ai licei, sono molti gli istituti che hanno già annunciato alle famiglie l’intenzione di non riaprire dopo l’estate. Scuole che per anni si sono sostenute su un fragile equilibrio finanziario – composto dalle rette delle famiglie, ma anche da tanti sacrifici di ordini religiosi e cooperative di genitori, donazioni di privati e residuali finanziamenti statali – che il Covid ha definitivamente spezzato. Stime attendibili indicano nel 30% le paritarie che potrebbero chiudere causa-Covid, con 300mila alunni che traslocherebbero nelle scuole dello Stato.

Continua a leggere

Argomenti: Scuola / Università
Tag: Coronavirus scuole paritarie
Fonte: Avvenire