Atlanta: anche i cattolici in piazza contro il razzismo
Atlanta: anche i cattolici in piazza contro il razzismo

Condividi:

Ancora una morte violenta. Ancora un afroamericano ucciso dalla polizia. Ancora proteste e negozi incendiati. Stavolta tocca ad Atlanta, la capitale della Georgia, la città natale di Martin Luther King. Sabato a cadere sotto tre colpi sparati alle spalle da agenti della polizia è stato Rayshard Brooks. Si era addormentato nella sua macchina, questo giovane 27enne perchè voleva riprendersi da quel bicchiere di birra in più prima di guidare dritto a casa dove lo aspettava la sua bambina di sei anni per celebrare il compleanno. Rayshard a casa non è più rientrato perché a seguito di una collutazione con gli agenti che avrebbero dovuto accertare il suo stato di salute e invece volevano arrestarlo, ha tentato una fuga tumultuosa ed è stato ucciso. Il poliziotto che lo ha colpito è stato licenziato, mentre il capo della polizia della città si è dimesso. Non è nemmeno trascorso un mese dalla morte di George Floyd e ancora nuovo sangue e acerrime proteste scuotono le città Usa.

“Le città e gli stati stanno ponendo restrizioni specifiche sull’uso della forza da parte delle forze dell’ordine e il trasferimento di risorse pubbliche per investire in soluzioni comunitarie” ha ricordato l’American Civil Liberties Union, un’organizzazione no profit che si batte per la difesa dei diritti civili e che ogni mese riceve oltre 300 segnalazioni. “Manifestanti, attivisti, politici, giovani, religiosi, leader delle imprese e delle comunità devono unirsi per realizzare cambiamenti strutturali. Atlanta deve aprire la strada per reinventare la sicurezza pubblica”.

Continua a leggere

Argomenti: Chiesa nel mondo
Tag: Atlanta cattolici George Floyd manifestanti razzismo
Fonte: SIR