Romania e coronavirus: nasce la prima tv cattolica
Romania e coronavirus: nasce la prima tv cattolica

Condividi:

“Caritas Christi urget nos” dice san Paolo nella seconda lettera ai Corinzi, e la Chiesa cattolica in Romania si è vista veramente spinta dall’amore di Cristo a trovare soluzioni, durante la pandemia, per venire incontro ai bisogni, soprattutto spirituali, dei fedeli, per restare vicina alla gente e mantenere viva l’unità della comunità ecclesiale. Così sono nati un’emittente televisiva cattolica e un programma video sui social, la messa domenicale è approdata sulla tv nazionale, i sacerdoti hanno imparato strada facendo a utilizzare le nuove tecnologie, i vescovi sono stati più presenti sui social e qualcuno ha celebrato la messa Crismale online. Inoltre la catechesi, gli incontri e i corsi di formazione si sono spostati su internet.

Neanche ai tempi di Ceausescu… Il lockdown istituito dalle autorità civili della Romania, così come è successo negli altri Paesi, ha proibito per più di due mesi ai fedeli di partecipare all’Eucaristia nei luoghi di culto: un’esperienza dolorosa, che i romeni non avevano vissuto neanche durante la dittatura di Ceausescu. Questo ha portando la Chiesa in una situazione drammatica: senza una tv cattolica e senza la messa domenicale sulla tv nazionale, la partecipazione dei fedeli alla messa era possibile solo attraverso l’unica radio cattolica, Radio Maria, con ricezione limitata nel territorio, e via internet. Del resto in Romania, benché il 70% delle abitazioni siano collegate alla rete, solo metà della popolazione con 55 anni e oltre utilizza internet.La televisione pubblica Tvr ha però subito accettato di trasmettere la messa dalla cattedrale romano-cattolica San Giuseppe della capitale,nei giorni di festa e la domenica, utilizzando lo studio tv dell’arcidiocesi di Bucarest. E adesso, su Tvr3 c’è anche la possibilità di seguire la messa domenicale in rito bizantino, dalla cattedrale greco-cattolica di Blaj, sede dell’arcivescovado maggiore della Chiesa greco-cattolica in Romania.

Continua a leggere

Argomenti: Chiesa nel mondo
Tag: cattolici Coronavirus Romania Televisione
Fonte: SIR