Carlo Acutis verso la beatificazione: un santo giovane che piace ai giovani
Carlo Acutis verso la beatificazione: un santo giovane che piace ai giovani

Condividi:

“Quella di Carlo è una spiritualità leggera, mai pesante, e al contempo radicale e profonda. Quando ai giovani parlo della sua vita, vedo nei loro occhi un enorme stupore, perché scoprono di avere di fronte un ragazzo, ricco, bello, intelligente che ha vissuto in maniera straordinaria la sua fede, pur conducendo una vita ordinaria. E ne sono profondamente attratti”. Padre Carlos Acácio Gonçalves Ferreira, frate francescano cappuccino, descrive così quanto accade da quando il corpo di Carlo Acutis, riposa nella navata destra del santuario della Spogliazione di San Francesco, di cui è rettore da circa tre anni. Il prossimo 10 ottobre Carlo Acutis, il quindicenne morto a Monza nel 2006, sarà beatificato ad Assisi. “La notizia della sua beatificazione – prosegue padre Carlos – ci ha riempito di gioia. Da quando è qui, centinaia di fedeli hanno iniziato a rendergli omaggio. Sono soprattutto giovani, che in fila uno dietro l’altro si avvicinano per accarezzare la bara, baciarla e chiedere una grazia”.

Cosa ha significato la presenza di Carlo in per questo luogo di per sé già così ricco di

Padre Carlos Acácio Gonçalves Ferreira

spiritualità?
Anzitutto che il buon Dio continua a scegliere Assisi come luogo privilegiato per manifestare al mondo la Sua gloria.La storia di Carlo ci mostra che l’opera di Dio prosegue nella storia. Si vede chiaro il desiderio di Dio di risvegliare nell’uomo la consapevolezza dell’amore.Carlo è solo l’ultimo testimone che viene proprio a ridestarci da questo sonno che a volte, ci prende un po’ tutti, e ci colpisce nella sfera del divino, della trascendenza, del mistero di Dio che, seppur molto vicino a noi, fatichiamo a riconoscere. Carlo ha saputo vedere e riconoscere Dio, nell’eucaristia, nei poveri, nella storia…

Continua a leggere

Argomenti: Spiritualità
Tag: Assisi beatificazione Carlo Acutis giovani internet
Fonte: SIR