Scuole paritarie, decine di chiusure: e un sito aggiorna il lungo elenco
Scuole paritarie, decine di chiusure: e un sito aggiorna il lungo elenco

Condividi:

Ancora non si sa quando e come ripartirà il nuovo anno scolastico, ma già si conoscono i nomi delle scuole in cui la campanella non suonerà più. E, ancora una volta, si tratta di scuole paritarie, le più colpite dall’emergenza sanitaria ma anche quelle meno tutelate dallo Stato, pur facendo parte dell’unico sistema nazionale di istruzione. L’elenco delle chiusure provocate dal Covid si allunga col passare delle settimane ed è in costante aggiornamento sul sito www.noisiamoinvisibili.it, creato da suor Anna Monia Alfieri, promotrice anche del flash mob che, giovedì scorso, ha portato centinaia di rappresentanti delle scuole pubbliche non statali a manifestare fuori dalla Camera. Al momento, sul sito sono registrate diciannove chiusure, per 819 studenti che, a tutti gli effetti, si possono considerare “orfani della scuola”. Nonostante per tutti i mesi della pandemia la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, abbia continuato a ripetere: «Nessuno sarà lasciato indietro», questi alunni, a settembre, non troveranno più la propria scuola. E il loro trasferimento negli istituti statali costerà all’Erario oltre 6 milioni di euro, dato che per ciascun alunno si spendono 8.500 euro all’anno, contro i 500 riservati agli studenti delle paritarie.

Continua a leggere

Argomenti: Scuola / Università
Tag: Coronavirus crisi discriminazione famiglia libertà educativa scuole paritarie
Fonte: Avvenire