Le Chiese contro l’annessione israeliana di aree della Cisgiordania
Le Chiese contro l’annessione israeliana di aree della Cisgiordania

Condividi:

Ancora poche ore e poi il 1° luglio dovrebbe – il condizionale è d’obbligo – prendere il via l’annunciata annessione, da parte di Israele, delle aree della Cisgiordania dove sono state edificate oltre 130 colonie, considerate illegali dalla comunità internazionale. Un annuncio dato dall’attuale premier Benjamin Bibi Netanyahu e concordato, in sede di formazione del nuovo Governo, con il suo ex rivale, ora alleato, Binyamin Benny Gantz. Il piano di annessione, infatti, è nel cosiddetto ‘contratto di governo’ stipulato dai due principali partiti della coalizione, il Likud di Netanyahu e il partito centrista Blu e Bianco, dell’ex capo dell’esercito Benny Gantz. Quest’ultimo destinato a subentrare, a fine 2021, allo stesso “Bibi”, alla guida del Governo. Per approvare l’annessione il Parlamento israeliano (Knesset) dovrebbe promulgare un’apposita legge. Se così fosse, il primo luglio potrebbe diventare una data storica nell’ultradecennale conflitto israelo-palestinese, destinata a porre una pietra tombale sulla soluzione “Due Popoli, Due Stati”, appoggiata dalla comunità internazionale, Santa Sede in testa. Diversamente si potrebbe assistere ad una sospensione del provvedimento o a una annessione ‘simbolica’, limitata solo all’insediamento di Ma’ale Adumim, di fatto già considerato da Israele come parte del suo territorio.

Mons. Pierbattista Pizzaballa

La reazione delle Chiese locali. Il progetto di annessione ha provocato la dura condanna del presidente palestinese Mahmoud Abbas, del re di Giordania Abdallah II, dei 22 paesi della Lega e di gran parte dei Paesi europei e della comunità internazionale. “Illegale” così Michelle Bachelet, Alto commissario Onu per i diritti umani, ha bollato il piano israeliano. Anche le Chiese locali hanno alzato la voce contro il progetto di annessione.

Continua a leggere

Argomenti: Mappamondo
Tag: Cisgiordania Israele Medio Oriente Pierbattista Pizzaballa
Fonte: SIR