Riapre il Cammino di Santiago, ecco come cambia lo zaino del pellegrino
Riapre il Cammino di Santiago, ecco come cambia lo zaino del pellegrino

Condividi:

Esperienza umana non solo mistica o religiosa. Il Cammino di Santiago da sempre costituisce un percorso di condivisione e comprensione mutua fra i pellegrini del mondo che lo intraprendono per avventura, ricerca personale, percorso interiore o anche un modo diverso di turismo «slow» a contatto con la natura, la cultura, la gastronomia e l’ospitalità locali, addentrandosi nei suggestivi paesaggi fra meseta e montagna, i parchi nazionali delle cime dei Pirenei o le rive dell’Ebro, i prati verdi e le coste della Galizia e delle Asturie. Ognuno ha la sua ragione per lasciarsi catturare dalla magia ricostituente del Cammino.

Ma tutti dovranno adattarsi alle nuove misure di igiene e sicurezza con le quali la rete pubblica di albergues e ostelli inizia dal primo luglio la riapertura graduale, nello stesso giorno in cui riaprono anche la Cattedrale di Santiago – dove riposano le spoglie dell’apostolo san Giacomo il Maggiore – e il Centro internazionale di Accoglienza al viandante. Nell’era post Covid-19 molto cambia, seppure non l’essenziale.

Anzitutto, lo zaino del pellegrino. Il Consiglio Giacobeo ha approvato una serie di raccomandazioni per quanti torneranno a percorrere l’itinerario, uno dei beni culturali più significativi della Spagna, che si prepara all’Anno Santo Giacobeo 2021. Nella “nuova normalità” della guardia sempre alta contro il virus, la condivisione si coniuga solo in termini di emozioni, ma non di spazi o utensili. Per cui sono raccomandati termos per acqua e alimenti personali, posate non monouso da sterilizzare e riutilizzare, a parte il sacco a pelo e un kit igienico con mascherine, idrogel e aerosol disinfettanti. E una penna, per annotare tappe e appunti di viaggio. Fra i consigli: privilegiare il pagamento con applicazioni sul cellulare o carta di credito, senza dimenticare contanti per i donativi agli ostelli di accoglienza.

Continua a leggere

Argomenti: Spiritualità
Tag: Cammino di Santiago Coronavirus Pellegrinaggio
Fonte: Avvenire