Covid e guerra: nello Yemen presto alla fame il 40% degli abitanti
Covid e guerra: nello Yemen presto alla fame il 40% degli abitanti

Condividi:

È una «tempesta perfetta» quella che si sta addensando sullo Yemen, tribolata repubblica mediorientale messa in ginocchio da choc economici, scontri armati, inondazioni, locuste del deserto e, ora, dal nuovo coronavirus. A lanciare l’allarme, evidenziato dall’ultima analisi del Quadro integrato di classificazione della sicurezza alimentare (Ipc), sono l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (Fao), il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia (Unicef) e il Programma alimentare mondiale (Pam), autori del rapporto insieme ad altri partner.

Finora l’indagine è stata condotta in 133 distretti yemeniti meridionali, con risultati disarmanti: il numero di persone esposte a livelli di insicurezza alimentare acuta, cioè che rientreranno nelle categorie «crisi» o «emergenza» alimentare, entro la fine dell’anno aumenterà vertiginosamente. In pratica, tutti i progressi fatti in campo alimentare in Yemen negli ultimi anni, finalizzati a contrastare gli effetti del conflitto civile, della carestia, dell’epidemia di colera, della penetrazione di diverse organizzazioni terroristiche rischiano di essere vanificati.

L’anno scorso l’insicurezza alimentare è stata ridotta mediante interventi articolati di assistenza alimentare, ma se il numero delle persone assistite dovesse passare da 2 milioni a 3,2 milioni nei prossimi sei mesi, come avvertono le Nazioni Unite, lo scenario assumerebbe contorni apocalittici. Nel dettaglio, si passerebbe dal 25 per cento della popolazione a rischio insicurezza alimentare, dato relativo al periodo febbraio-aprile, al 40 per cento tra luglio e dicembre.

Continua a leggere

Argomenti: Mappamondo
Tag: Coronavirus fame povertà Yemen
Fonte: Avvenire