In Piemonte e Valle d’Aosta salgono a 23 le chiese che si aprono con un’App
In Piemonte e Valle d’Aosta salgono a 23 le chiese che si aprono con un’App

Condividi:

Da sabato 1° agosto, salgono a 23 le chiese e le cappelle in Piemonte e Valle d’Aosta che potranno essere visitate autonomamente e in condizioni di totale sicurezza 365 giorni l’anno con la app “Chiese a porte aperte”: una modalità tecnologica innovativa, unica in Europa, sostenuta da Fondazione CRT e coordinata dalla Consulta regionale per i beni culturali ecclesiastici, per ampliare le opportunità di accesso alle testimonianze d’arte sacra sul territorio. La prima fase sperimentale, durata un anno, dal settembre 2019 aveva consentito di accedere a 13 edifici sacri: ora l’elenco si arricchisce.

Come funziona. Una volta scaricata sul proprio cellulare l’app (per dispositivi iOS e Android), è sufficiente registrarsi e prenotare la visita gratuita: giunti sul posto nell’orario selezionato, basta inquadrare un QR code per aprire la porta della Chiesa e far partire la “voce narrante”, abbinata a un sistema di illuminazione dei dettagli artistici come affreschi e capitelli. Al termine della visita, la porta dell’edificio si chiude automaticamente. In linea con le disposizioni sanitarie di contrasto al Covid-19, l’ingresso nelle cappelle è consentito nel numero massimo di 5 persone per volta. All’ingresso di ogni bene sono collocati dispenser con disinfettante.

Continua a leggere

Argomenti: Cultura Tecnologie
Tag: app arte beni culturali ecclesiastici Chiese cultura Piemonte Valle D'Aosta
Fonte: Avvenire