Como. Accoltellato e ucciso don Roberto, prete fra gli ultimi
Como. Accoltellato e ucciso don Roberto, prete fra gli ultimi

Condividi:

Don Roberto Malgesini, di 51 anni, è stato accoltellato a morte questa mattina in piazza San Rocco, a ComoL’aggressione è avvenuta poco dopo le 7: l’uomo è stato trovato steso a terra, con una ferita da arma da taglio, nella strada che porta alla chiesa.

Inutili i soccorsi: i sanitari hanno soltanto potuto constatare il decesso del prete. Mentre arrivava l’ambulanza l’autore del delitto, un senzatetto con problemi psichici, si è costituito, raggiungendo subito la vicina caserma dei carabinieri: secondo le prime ricostruzioni delle agenzie di stampa sarebbe un cittadino straniero, di cui ancora non si conoscono le generalità. Anche il movente del gesto è ancora sconosciuto.

Gli uomini della polizia scientifica hanno ritrovato non lontano dal corpo un coltello insanguinato, sicuramente l’arma del delitto. Immediatamente informato della tragedia, il vescovo di Como, Oscar Cantoni è arrivato poco dopo le 8.15 in piazza San Rocco.

Da anni don Roberto assieme a un gruppo di volontari portava i pasti caldi all’alba ai senzatetto e ai poveri della città. Aveva stretto con loro profonde relazioni basate sulla conoscenza e la fiducia cresciuta nel tempo. Nel 2017 assieme ai giovani volontari, tra cui molti studenti delle scuole superiori, rischiò di subire una multa dal Comune di Como a causa della assistenza non autorizzata ai poveri della città.

La bara di don Roberto è stata portata via tra le lacrime e gli applausi di migranti e volontari che sono stati i primi a ritrovare il corpo senza vita del prete.

Questa sera alle ore 20.30, in Cattedrale a Como, il vescovo Cantoni guiderà il Santo Rosario. Di fronte alla tragedia la Chiesa di Como si stringe in preghiera per il suo prete don Roberto e per chi l’ha colpito a morte.


Continua a leggere

Argomenti: Chiesa in Italia
Tag: Como poveri sacerdote
Fonte: Avvenire