Mattarella a Vo’: la riapertura della scuole è la ripartenza dell’Italia
Mattarella a Vo’: la riapertura della scuole è la ripartenza dell’Italia

Condividi:

Una ripartenza per l’intera società: ecco il significato della riapertura della scuola secondo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha trascorso il pomeriggio a Vo’ Euganeo, nel Padovano, tra i primi focolai di coronavirus in Italia e dove si registrò il primo morto.

“Vo’ capitale d’Italia della scuola”: l’investitura viene dal capo dello Stato, durante la cerimonia che ha visto la presenza delle più alte cariche dello Stato, oltre a Mattarella anche la presidente del Senato Elisabetta Casellati, la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, il ministro Federico D’Incà, il sottosegretario Andrea Martella, autorità locali, personaggi dello spettacolo e dello sport. Una cerimonia – trasmessa su Raiuno – che non poteva non essere incentrata sulla ‘ripartenza’ nelle aule dopo la sofferenza del lockdown, ma che ha toccato anche i temi di più stretta attualità, con un forte richiamo all’omicidio di Willy Duarte. Sul prato dell’istituto “Guido Negri” molti bambini e ragazzi delle scuole del comprensorio, testimoni in prima persona della forzata clausura.

“L’inaugurazione dell’anno scolastico, mai come in questa occasione – ha sottolineato Mattarella – ha il valore e il significato di una ripartenza per l’intera società. Lo avvertono i ragazzi, lo comprendono gli adulti e le istituzioni. Ci troviamo di fronte a una sfida decisiva”. La chiusura forzata della scuole, ha precisato “è stata dolorosa. Necessaria e dolorosa. La scuola ha nel suo dna il carattere di apertura, di socialità, di dialogo tra persone, fianco a fianco”, e in particolare per gli allievi con disabilità: “Per tanti di loro le rinunce hanno avuto un costo altissimo, a volte non sopportabile”, ha detto, indicando il peso per le famiglie, e soprattutto sottolineando che “l’attenzione a questi studenti dovrà essere inderogabile, a cominciare dall’assegnazione degli insegnanti di sostegno”.

Continua a leggere

Argomenti: Scuola / Università
Tag: anno scolastico formazione giovani Lucia Azzolina Sergio Mattarella
Fonte: Avvenire