Sansepolcro, diocesi da 500 anni. E ponte fra la Toscana e la Terra Santa
Sansepolcro, diocesi da 500 anni. E ponte fra la Toscana e la Terra Santa

Condividi:

Era il 17 settembre 1520 quando papa Leone X istituiva la nuova diocesi di Sansepolcro e conferiva il titolo di città al Comune toscano che si trova al confine con l’Umbria. Con la bolla Pro excellenti praeminentia il Pontefice accoglieva la richiesta del governo locale e, avendo avuto il consenso del vescovo di Città di Castello alla cui diocesi Sansepolcro apparteneva, elevava il borgo a sede episcopale aprendo una fase di trasfhiesamazione del reticolato della Toscana fiorentina che in un secolo avrebbe portato alla nascita delle diocesi di Montepulciano nel 1561, di Colle Val d’Elsa nel 1592 e di San Miniato nel 1622.

A distanza di cinquecento anni esatti, Sansepolcro celebra la “sua” diocesi che però nel 1986 è stata soppressa e accorpata nell’unica Chiesa di Arezzo-Cortona-Sansepolcro. Alle 10.30 l’arcivescovo Riccardo Fontana presiederà la Messa nella Concattedrale con la partecipazione dei canonici e delle autorità del territorio. Dopo la celebrazione verrà inaugurata la mostra “… l’impresa de farce la nostra terra ciptà …”, promossa dall’Archivio storico diocesano di Sansepolcro e allestita nel Palazzo vescovile. Saranno esposti documenti legati all’origine della città e alla vita diocesana sviluppatasi tra 1520 e 1986 tra cui, per la prima volta, le lettere con le quali Leone X comunicò al popolo e al vescovo eletto l’istituzione della diocesi.

Nel pomeriggio, alle 18, è in programma una seduta straordinaria del Consiglio comunale. A tenere la prolusione sarà il sacerdote e storico don Andrea Czortek che spiega: «Le celebrazioni di oggi si ricollegano a quelle per il millenario del Duomo e della città che culminarono il 13 maggio 2012 nella visita di Benedetto XVI ad Arezzo e a Sansepolcro. È stato un momento memorabile voluto dall’arcivescovo Fontana e ancora ben presente nella memoria collettiva delle comunità. Allora ricordammo la genesi della città, sorta attorno alla chiesa abbaziale documentata dall’anno 1012 e a sua volta edificata a fianco del primitivo sacello nel quale i santi pellegrini Egidio e Arcano collocarono le reliquie del Santo Sepolcro raccolte a Gerusalemme».

Continua a leggere

Argomenti: Chiesa in Italia
Tag: cultura Diocesi Terra Santa Toscana
Fonte: Avvenire