Mons. Di Tora: “50 milioni di sfollati nel mondo. Non sono numeri vuoti, ma persone”
Mons. Di Tora: “50 milioni di sfollati nel mondo. Non sono numeri vuoti, ma persone”

Condividi:

Il titolo di questa 106ª Giornata mondiale del migrante e rifugiato, che si celebra domenica 27 settembre, è: “Come Gesù Cristo costretti a fuggire: accogliere, proteggere, promuovere, integrare gli sfollati interni”. Ancora una volta papa Francesco porta l’attenzione del mondo intero su coloro che sono costretti a fuggire, seppur all’interno della stessa regione, nazione, o in paesi vicini. Sono le stesse cause: fame, guerra, siccità, ecc. che spingono mamme, papà, bambini e giovani ad abbandonare la propria casa, il loro territorio, sradicarsi dalla loro provenienza, egualmente in pericolo di rifiuto o emarginazione, nella ricerca di una via di sopravvivenza.

Si stima che nel mondo gli sfollati interni siano oltre 50 milioni! Cifra da capogiro se si pensa che non sono numeri vuoti ma persone: dietro ogni singola cifra c’è un essere umano, creato a immagine di Dio e che dovrebbe avere gli stessi diritti e doveri di ognuno di noi.
La situazione oggi è ancora più grave, perché alle consuete ragioni si aggiunge la piaga della pandemia; e se coloro che fuggono sono già ignorati, oggi costoro vivono il dramma ancora più grave del silenzio e della dimenticanza totale. Da qui il giusto, grave ed umano richiamo del Papa “per iniziative ed aiuti internazionali, essenziali e urgenti per salvare vite umane”. Il messaggio è esteso anche a coloro che vivono la precarietà ed emarginazione a causa del “Covid 19”.

Continua a leggere

Argomenti: Migranti
Tag: accoglienza Coronavirus migranti Papa Francesco sfollati
Fonte: SIR