Fides: nel 2020 uccisi venti operatori pastorali
Fides: nel 2020 uccisi venti operatori pastorali

Condividi:

Ci sono anche due italiani – don Roberto Malgesini e fra Leonardo Grasso – nell’elenco degli operatori pastorali uccisi nel corso del 2020. Un dossier che da oltre trent’anni l’Agenzia missionaria Fides diffonde al termine dell’anno.

​In America ben 8 vittime

Nel corso del 2020 sono 20 gli operatori pastorali che hanno perso la vita in modo violento. Si tratta di un bilancio inferiore a quello dello scorso anno, che ha contato 29 vittime. E c’è da dire che era dal 2012 che non si aveva un così basso numero di vittime. A pagare il prezzo più alto è il continente americano con 8 morti, che precede l’Africa con 7, l’Asia con 3 e l’Europa con 2, entrambi in Italia. Sono sacerdoti, religiosi, religiose, seminaristi e laici che hanno pagato con la vita il loro «condividere la stessa vita quotidiana di gran parte della popolazione, portando la propria testimonianza evangelica come segno di speranza cristiana». Insomma quella «santità della porta accanto» di cui parla spesso papa Francesco. Pur non potendo parlare di martirio in senso stretto, questi uomini e donne hanno pagato con la vita il proprio impegno spesso accanto agli ultimi, ai poveri, ai bisognosi.

Continua a leggere

Argomenti: Chiesa nel mondo
Tag: Agenzia Fides missionari
Fonte: Avvenire