Papa in Iraq. Don Attalla: “La sua visita ci ripaga di tante sofferenze”
Papa in Iraq. Don Attalla: “La sua visita ci ripaga di tante sofferenze”

Condividi:

Le colonne di marmo annerite dal fuoco sono tornate bianche e splendenti, così come una volta. I banchi di legno lucido hanno sostituito i resti di quelli incendiati. I paramenti sacri usati dai miliziani dell’Isis come innesco per i roghi rimpiazzati con altri completamente nuovi. Il piazzale della chiesa, trasformato in poligono di tiro contro le statue della Vergine Maria, è tornato ad accogliere i fedeli. A terra non ci sono più bossoli e proiettili. La cattedrale siro-cattolica dell’Immacolata Concezione di Qaraqosh (Baghdeda), nella Piana di Ninive, a 30 km da Mosul (Nord Iraq), è pronta ad accogliere Papa Francesco domenica 7 marzo, una delle tappe più significative del viaggio del Pontefice in Iraq.

Programma papale. Secondo il programma ufficiale della visita, Papa Francesco arriverà in elicottero, da Mosul, a Qaraqosh, dove nella cattedrale dell’Immacolata Concezione incontrerà la comunità locale e reciterà la preghiera dell’Angelus. Lungo il tragitto che porta dalla pista di atterraggio alla cattedrale, si annunciano tantissimi fedeli pronti a salutarlo con cartelli di benvenuto. Ad accogliere il Pontefice saranno il patriarca siro-cattolico, Ignace Youssef III e l’arcivescovo di Mosul, Najib Mikhael.

Continua a leggere

Argomenti: Mappamondo
Tag: Isis Mosul Papa Francesco viaggio apostolico
Fonte: SIR