Napoli. Mons. Battaglia: Chiesa e Stato schierati contro la camorra
Napoli. Mons. Battaglia: Chiesa e Stato schierati contro la camorra

Condividi:

L’appuntamento è nell’unico momento di pausa di una giornata lunghissima. Don Mimmo ha appena concluso un pellegrinaggio silenzioso e riservato nella Napoli dei dimenticati, è la sua “preparazione” alla celebrazione in Cattedrale. D’altra parte l’ingresso in diocesi cade in un momento di incredibile apprensione della città e del Paese intero: vivere questo momento fingendo che intorno sia tutto normale sarebbe impossibile. «È vero, l’attuale situazione legata alla pandemia ha fatto sì che l’ingresso assumesse un carattere essenziale e sobrio – spiega il nuovo arcivescovo di Napoli Domenico Battaglia -. Ma al di là delle restrizioni, che pure ci impongono uno stile di comportamento che sia di rispetto per chi soffre, credo che dietro tutto ciò possa rivelarsi un messaggio importante per tutta la Chiesa: la conversione come ritorno all’essenza del Vangelo, alla centralità di Cristo. E perciò, conversione dello sguardo».

Anche la preoccupazione per le condizioni di salute del cardinale Sepe ha dato un tono diverso alla giornata…

Sono molto dispiaciuto per le precarie condizioni del cardinale Sepe, che ho sentito più volte in questi giorni. Ancora una volta a lui va il mio ringraziamento per l’opera svolta in tutti questi anni. Per lui, la preghiera mia e di tutta la Chiesa di Napoli.

Continua a leggere

Argomenti: Chiesa in Italia
Tag: camorra legalità Napoli
Fonte: Avvenire