L’impegno dei media cattolici: “Seguita la linea della speranza”
L’impegno dei media cattolici: “Seguita la linea della speranza”

Condividi:

Emerge dai loro racconti una linea verde, quella della speranza, nella notte nera della pandemia. Il direttore di Tv2000, Vincenzo Morgante, il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, e il presidente della Federazione italiana dei settimanali cattolici, Mauro Ungaro, la indicano più volte nel racconto del lavoro svolto delle testate che guidano, nell’ultimo anno caratterizzato dal Covid-19. Storie e testimonianze di vita e di impegno che fanno da contraltare al conteggio del numero dei morti. Nelle pagine, nei servizi televisivi dei media cattolici, un anno dopo, è possibile trovare il racconto di tanta solidarietà.

L’informazione su Tv2000. La televisione della Cei, dal 24 gennaio, ha ampliato l’offerta informativa, con due edizioni domenicali, e nuovi tg flash. “Abbiamo riscontrato, in questo tempo, una fame di informazione seria e credibile – spiega il direttore, Vincenzo Morgante -. Questo ci ha portato, pur nelle difficoltà di un’agibilità ridotta e con una forte preoccupazione per la tutela della salute dei dipendenti, a incrementare gli appuntamenti con l’informazione. Con ascolti crescenti”. Morgante ricorda la richiesta di preghiera di Papa Francesco nella Messa a Casa Santa Marta, il 1° aprile 2020, per “coloro che lavorano nei media perché la gente non si trovi isolata e ci sia sempre informazione per sopportare questo tempo di chiusura”. “Quella per noi fu quasi un’indicazione – evidenzia -. Sulla base di questo ci si è mossi con la consapevolezza che una buona informazione non deve nascondere nulla di quello che stiamo vivendo e nello stesso tempo deve valorizzare aspetti positivi e di speranza, che pure non sono mancati”.

Continua a leggere

Argomenti: Comunicazione
Tag: #Sir Avvenire Coronavirus FISC giornalismo informazione pandemia settimanali cattolici Tv2000
Fonte: SIR