Giornata della Terra. L’appello ai leader mondiali: «Priorità alla sfida climatica»
Giornata della Terra. L’appello ai leader mondiali: «Priorità alla sfida climatica»

Condividi:

L’emergenza è ancora lì. Minacciosa. Aggressiva. Nonostante il mondo sia rimasto chiuso per quattordici mesi. Nonostante il Covid e l’inevitabile lockdown. I dati fanno ancora paura. Anzi più paura. A livello globale, le emissioni di CO2 sono nuovamente al di sopra dei livelli pre-pandemia. Non c’è insomma la ‘guarigione della natura’ che qualcuno si aspettava. C’è una sfida che si rinnova. C’è la disperata necessità di ridurre drasticamente le emissioni del 45 per cento entro il 2030 per mantenere il surriscaldamento globale entro 1,5°C. Il senso della Giornata Mondiale della Terra prende forma dietro le parole di Kathleen Rogers, Presidente di EarthDay.org: «Dobbiamo esigere che i nostri leader mondiali si impegnino sul versante climatico con misure su scala globale. Siamo sull’orlo del precipizio: se non agiamo ora per ridurre le emissioni di carbonio, non saremo più in grado di correggere la situazione».

Il mondo riflette. Si interroga. E si mobilita. Ancora una volta dopo 51 anni da quando il senatore e ambientalista statunitense Gaylord Nelson inventò, nel 1970, il primo Earth Day. Una scelta forte, coraggiosa, quasi obbligata, per sottolineare l’importanza di acqua e aria pulita, in seguito alla fuoriuscita di petrolio del 1969 a Santa Barbara, in California. Quel giorno 20 milioni di persone (il 10 per cento dell’intera popolazione Usa di allora) scesero per le strade in tutti gli Stati Uniti. Ora siamo al 51esimo compleanno. Gli organizzatori hanno organizzato una tre giorni sul clima, dal 20 aprile a oggi. Ma è molto probabile che l’intera settimana precedente – chiamata anche Earth Week – sarà dedicata interamente alle tematiche ambientali. Ecco la scossa. Ecco il mondo che si muove e mette la lente sulle questioni ecologiche più urgenti: la crisi climatica, l’inquinamento atmosferico, la deforestazione. Joe Biden ha invitato 40 leader mondiali a partecipare ad un summit virtuale oggi e domani per enfatizzare la necessità di azioni più forti in favore del clima. A causa della pandemia il summit avverrà in diretta streaming.

Continua a leggere

Argomenti: Ambiente
Tag: Ambiente clima ecologia
Fonte: Avvenire