Il card. Bassetti ai seminaristi: «Senza fraternità non c’è missione»
Il card. Bassetti ai seminaristi: «Senza fraternità non c’è missione»

Condividi:

Non ci può essere missione senza fraternità. È questa l’essenza della riflessione del cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, che ieri è intervenuto al 64° Convegno missionario nazionale dei seminaristi, organizzato dalla Fondazione Missio via web. Durante la sua lectio magistralis intitolata “Fraternità e missione alla luce dell’enciclica Fratelli tutti”, il cardinale si è rivolto ai 280 seminaristi collegati da ogni parte d’Italia, attingendo molto al suo vissuto di formatore e responsabile del Seminario di Firenze, che lo ha visto impegnato per circa 22 anni con gli studenti in preparazione al sacerdozio.

Secondo il porporato, l’enciclica Fratelli tutti presenta un «tema di grande attualità, non solo nella prospettiva della missione ad gentes, ma anche in riferimento alla formazione di futuri preti» perché «la missione evangelizzatrice non può prescindere dalla fraternità: essa rappresenta la condicio sine qua non per vivere la missione».

Ma che cosa significa vivere la fraternità in concreto? Sicuramente vivere la comunione, perché esprime «la dimensione del rendere partecipi più soggetti tra loro per conseguire un obiettivo che è, appunto, la missione». «Che tutta la Chiesa sia inviata – ha precisato – vuol dire che, in forza del dono dello Spirito, non c’è nessun battezzato che possa ritenersi estraneo al compito di evangelizzare».

Continua a leggere

Argomenti: Chiesa in Italia
Tag: Fratelli tutti Gualtiero Bassetti Missio
Fonte: Avvenire