Attentato a Wojtyla, Card. Dziwisz: “Il Papa già in ambulanza aveva perdonato”
Attentato a Wojtyla, Card. Dziwisz: “Il Papa già in ambulanza aveva perdonato”

Condividi:

“In ambulanza il Papa si mise a pregare la Madonna. Si sentivano poche parole ma lui ripeteva il nome di Maria. E proprio in ambulanza a pochi minuti dall’attentato il Papa aveva già perdonato chi gli aveva sparato, non sapendo chi fosse quella persona”. Così il cardinale Stanislao Dziwisz, arcivescovo emerito di Cracovia e già segretario personale di Giovanni Paolo II racconta nello speciale di Tv2000 ‘13 maggio 1981 – Il proiettile deviato’, condotto da Paola Saluzzi, andato in onda 12 maggio.
Il card. Dziwisz ripercorre gli istanti successivi all’attentato subìto da Papa Wojtyla: “Si sentiva il rumore della piazza e il pianto. La gente non sapeva cosa fosse accaduto. E anche io nei primi istanti non ho capito perché ero dietro il Papa. E subito gli ho domandato: ‘Cosa è successo?’ e lui mi rispose di essere stato colpito. Gli chiesi allora: “Santo Padre soffre?’ E lui: ‘Sì tanto’”.

Continua a leggere

Argomenti: Santa Sede
Tag: Attentato Giovanni Paolo II Stanislao Dziwisz Vaticano
Fonte: TV2000