Tigrai, la guerra nascosta
Tigrai, la guerra nascosta

Condividi:

Dopo smentite e versioni diverse, l’Etiopia ammette il massacro di civili ad Axum e accusa a sua volta gli eritrei. L’ufficio del procuratore generale di Addis Abeba ha per la prima volta accertato le responsabilità delle truppe asmarine nell’omicidio di 110 civili ad Axum a fine novembre, smentendo le testimonianze delle forze dell’ordine, secondo le quali la «grande maggioranza» di coloro che sono stati uccisi nella città santa ortodossa erano combattenti. Gli eritrei avrebbero messo in atto esecuzioni di rappresaglia dopo che forze dell’ex partito di governo locale, il Fronte di liberazione del popolo del Tigrai ( Tplf) li avevano attaccati. «Le indagini indicano che 110 civili sono stati uccisi dai soldati eritrei, 70 mentre erano fuori casa, mentre 40 sembrano essere stati portati fuori dalle proprie case in raid porta a porta il 27 e 28 novembre ».

Human rights watch e Amnesty e numerosi media internazionali avevano incolpato a gennaio i militari eritrei schierati nella regione, dicendo che le vittime erano in maggioranza civili. Secondo i report sarebbero di più, fino a un massimo di 800. L’accusa viene scaricata su Asmara il giorno dopo l’approvazione al Senato Usa di una risoluzione che chiede il ritiro immediato delle truppe eritree dal Tigrai chiedendo una inchiesta indipendente sui crimini di guerra e le atrocità commesse in sei mesi di conflitto. Crimini che aveva contribuito a far conoscere Simon Marks, corrispondente del New York Times, autore di reportage dalla regione settentrionale etiope considerati «non equilibrati » dal governo ed espulso – primo giornalista straniero della storia etiope secondo Reporter sans frontieres – giovedi dall’Etiopia. Un record paradossale per il premier etiope Abiy, Nobel per la pace nel 2019, che aveva destato grandi speranze cominciando il suo mandato tre anni fa con la liberazione dei giornalisti imprigionati dai suoi predecessori al governo centrale, quei tigrini del Tplf contro i quali quasi 200 giorni fa ha lanciato l’offensiva che aveva

Continua a leggere

Argomenti: Mappamondo
Tag: Africa Amnesty guerra Tigrai
Fonte: Avvenire